Questo sito utilizza i cookies per offrirti la migliore esperienza di navigazione sul sito. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetto i cookies No

Cerca nel sito

Invia ad un amico
Livello del fiume Bacchiglione
e previsioni meteo di Vicenza

IL NASO DI DARWIN il 2 e 3 marzo al Teatro Super

VALDAGNO – RASSEGNA TEATRO RAGAZZI 2010 “ LA SCUOLA VA A TEATRO” - XXIII edizione

Due giornate riservate alle scuole medie per la rassegna di Teatro Ragazzi “LA SCUOLA VA A TEATRO” promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Valdagno, in collaborazione con “La Piccionaia – I Carrara Teatro Stabile di Innovazione di Vicenza”, al Teatro Super il 2 marzo con doppio spettacolo alle ore 9.30 e 11.00 e il 3 marzo alle ore 10.00. Titolo dello spettacolo IL NASO DI DARWIN, messo in scena dalla Compagnia genovese Teatro Cargo, che lo ha presentato nel 2007, nell’ambito del Festival della Scienza di Genova. Il tema dello spettacolo è la straordinaria vicenda umana e scientifica di Charles Darwin, per il quale - a conclusione dell’anno dedicato al bicentenario della nascita di Charles Darwin e ai 150 anni della pubblicazione de “L’origine della specie” e con il nuovo anno 2010 proclamato dall’Unesco “anno internazionale della Biodiversità” - il Comune ha predisponendo un ricco calendario di iniziative che, per tutto il mese di febbraio, hanno accompagnato la città alla riscoperta di questa figura così importante per il pensiero moderno. La rappresentazione per gli studenti coniuga divertimento e didattica: i due attori in scena (Matteo Alfonso e Daniele Gatti) con ritmi scatenati danno vita a personaggi umani e stravaganti animali, supportati da percussioni e sassofono dal vivo di Lorenzo Capello. Con uno stile che riecheggia il circo e la clownerie ai giovani spettatori arrivano complessi contenuti scientifici, con la leggerezza dell’ironia e della musica. Dedicato alla straordinaria vicenda umana e scientifica di Charles Darwin, lo spettacolo ripercorre il viaggio del Beagle e il percorso intuitivo dello scienziato inglese. 1832. Il ventenne geologo Charles Darwin imbarcato sul brigantino Beagle, compie uno straordinario viaggio naturalistico in Sud America. Porta a bordo una stravagante collezione di animali. La sua rivoluzionaria teoria comincia a prendere forma. Dopo trent’anni di riflessioni scriverà L’origine della specie, aprendo per la storia del pensiero umano una nuova epoca. Ad invitare Darwin sul Beagle era stato il Capitano Fitzroy che confidava nel naturalista per confermare il racconto della Genesi. Paradossalmente lo scienziato giunse a conclusioni assolutamente opposte. La vicenda di questi due uomini in viaggio rappresenta lo scontro ancora attuale tra creazionismo ed evoluzionismo. Durante il viaggio la natura si mostra come un prodigio di sorprese, stranezze e divertimento. Darwin parla con la natura ed essa gli risponde; intuisce che non Dio ha creato la vita sulla terra, bensì l’evoluzione delle singole specie secondo un regime non deliberato o determinato, ma caotico e casuale. Questo significa l’assenza di un progetto, di un disegno, di una finalità nella trama degli eventi del mondo. Non c’è più posto per un Regista, un creatore. Si apre per la storia del pensiero umano una nuova epoca… Per informazioni: ufficio eventi e cultura del comune di Valdagno 0445- 428223; mail [email protected]

Altri articoli