Questo sito utilizza i cookies per offrirti la migliore esperienza di navigazione sul sito. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetto i cookies No

Cerca nel sito

Invia ad un amico
Livello del fiume Bacchiglione
e previsioni meteo di Vicenza

Teatro di Valdagno: presentata la stagione 2011

Teatro di Valdagno: presentata la stagione 2011 Presentata questa mattina, presso la Sala Giunta del Comune di Valdagno, la consolidata Stagione Teatrale promossa e organizzata dal Comune di Valdagno, in collaborazione con la Fondazione Atlantide GAT di Verona, con il Cinema Teatro Super e con il contributo di Banca San Giorgio e Valle Agno. L’iniziativa ha inoltre ottenuto il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e della Regione Veneto.

“Siamo molto soddisfatti di presentare questa stagione 2010-2011 – ha commentato l’assessore alle politiche culturali Maria Cristina Benetti - che vuole avvicinare al teatro un pubblico sempre più vasto. Non solo adulti quindi, ma anche giovani, grazie ad una proposta di ampio respiro che spazia dalla commedia al teatro shakespeariano, concedendosi il tempo anche per alcune riflessioni sulle vicende del nostro mondo.” Sei gli spettacoli in programma, articolati in due rassegne: In Scena e Altri Percorsi. Entrambi i cartelloni presentano spettacoli di qualità con compagnie e attori di livello nazionale e proseguono l’investimento che già dall’estate l’Amministrazione ha voluto fare nella promozione del linguaggio teatrale. “Crediamo nella forma espressiva del teatro - ha continuato l’assessore Benetti - e nelle possibilità che il suo linguaggio possiede per descrivere e dare voce all’umanità contemporanea.
Questa stagione, che si presenta in una veste progettuale rinnovata, si inserisce nel solco tracciato a partire dall’anno scorso continuato quest’estate con gli spettacoli all’aperto e i laboratori teatrali estivi.”

Mercoledì 24 novembre 2010 inaugura la rassegna Altri Percorsi la piecé “Tre sull’altalena” dell’autore contemporaneo Luigi Lunari, un testo esilarante e riflessivo con Roberto Randelli e Andrea De Manincor. “Tre sull’altalena è una macchina di fantastica fattura – ha detto Dario Fo - io l’ho letta di un fiato, ridendo a bocca spalancata. E’ una delle poche invenzioni teatrali per le quali valga la pena uscire la sera a Milano, sobbarcarsi il rito della vestizione, prenotare il biglietto, prendere il taxi, starsene seduti in una sala stipata di gente...”

Secondo appuntamento, mercoledì 1 dicembre, con Roberto Citran in “Sentieri sotto la neve” di Mario Rigoni Stern con la regia di Titino Carrara. Un’insolita forma teatrale per conoscere uno degli autori più rappresentativi del Veneto, rispettando lo spirito del grande scrittore e valorizzando un pensiero con radici profonde nella nostra cultura. Ultima serata della rassegna Altri Percorsi, mercoledì 19 gennaio 2011 con lo spettacolo “Donna non rieducabile” con Ottavia Piccolo. Una serie di istantanee per raccontare la giornalista Anna Politkovskaja, accompagnate dall’arpa di Floraleda Sacchi a ricordare l’eco della guerra, lo spappolarsi dell’inno sovietico, un rumore di ferraglia inquietante, una momento di pace, un intero mondo di eventi e di emozioni, fino alla tragedia che ha coinvolto la giornalista. La rassegna In Scena si aprirà mercoledì 9 febbraio con la commedia brillante “Non c’è tempo amore”, con Amanda Sandrelli e Blas Roca Rey. I temi della vita di coppia dal sesso, al tradimento, all'amore e di tutto quello che si è perduto e che nessuno può restituirci. Una commedia su come siamo e su come potremmo diventare, se fossimo più sinceri, più semplici, più sereni. Insomma, se non fossimo umani.

Il 23 febbraio sarà il turno del capolavoro shakespeariano “Pene d’amor perdute”, portato in scena da Marina Suma e Stefano Artissunch. Uno spettacolo dove l’Amore ed il Linguaggio sono i due protagonisti supremi di questa singolarissima esilarante commedia che si inoltra, con stupefacente analisi psicologica, in tutte le labirintiche e vorticose sfumature del corteggiamento amoroso, fino allo sfinimento. Ultimo appuntamento della stagione il 20 aprile 2011 con il raffinato spettacolo Le Fate (Favole)” di e con Paolo Poli che ci porterà in un viaggio attraverso le fiabe di Perrault e di Madame le Prinoc Beaumont, messe in scena nella traduzione che ne fece Collodi, dieci anni prima di scrivere Pinocchio. Favole come metafora della realtà in cui viviamo, specchio delle paure e delle speranze di tutti e strumento per ritrovare la gioia dell’infanzia, grazie anche all’incanto della narrazione che caratterizza questo spettacolo. Tutti gli spettacoli si svolgeranno presso il Cinema Teatro Super di Valdagno.

La campagna abbonamenti si svolgerà dal 18 al 30 ottobre per i rinnovi e dal 2 al 20 novembre per i nuovi abbonamenti. Prevendita biglietti da lunedì 22 novembre. Abbonamenti e biglietti in vendita presso Libreria Buonastampa, Corso Italia 17,Valdagno – tel. 0445.401092. Per informazioni: Comune di Valdagno - Ufficio Cultura tel.0445.428223 e-mail: [email protected] web: www.comune.valdagno.vi.it oppure www.teatrostabileverona.it

Altri articoli