Questo sito utilizza i cookies per offrirti la migliore esperienza di navigazione sul sito. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetto i cookies No

Cerca nel sito

Invia ad un amico
Livello del fiume Bacchiglione
e previsioni meteo di Vicenza

Laghi

LAGHI
www.comune.laghi.vi.it

Municipio Via Anton Burgmann, 6
Tel. 0445 714174
Fax 0445 712084
[email protected]
www.comune.laghi.vi.it
Frazioni Cavallaro
Superfice Kmq 22,22
Altezza s.m. 567
Abitanti (al 31/12/2007) 131
Distanza da Vicenza 45
Prefisso telefonico 0445
C.A.P. 36010
Patrono S. Barnaba
Laghi


storia

Il Comune di Laghi ha una superficie di Kmq. 22.22, si trova ad una altezza di circa m. 550 s.l.m. e confina con i Comuni di Folgaria e Terragnolo (TN), Arsiero, Posina e Lastebasse (VI).
Il centro dista Km. 9 dal Comune di Arsiero e Km. 50 da Vicenza.
Elemento caratterizzante del paesaggio sono i due laghetti incastonati come due gemme nella valle del torrente Zara a ridosso del centro abitato.
Laghi, abitata già nel tardo medioevo da popolazioni germaniche, ha visto nel corso dei secoli prendere il sopravvento da parte dell'elemento latino; rimangono nei toponimi tracce consistenti dell'impianto tedesco (vedi ad esempio le località Gamonda, Roteche, Laita, Groba, Trenca, Binchele, Dunfe,...) come pure dei cognomi (Mogentale, Brunello, Peterlin, Rader, Leder,...) e in alcuni vocaboli del dialetto locale (finco, ripa, greppia, persego, trincare...).
Con leggende di banditi provenienti da Isola della Scala (VR) e di "pignate" di marenghi d'or ritrovate nei pressi del capitello della Cenega trascorrono i secoli, passano le dominazioni dei Conti Velo, degli Scaligeri, dei Visconti, dei Veneziani, finiscono le guerre napoleoniche e arriva il primo conflitto mondiale.
L'Esercito italiano si ritira da Laghi a seguito della "Mai Expedition" austriaca del 1916 con la quale viene conquistata anche la cima del Monte Majo (gli italiani sono costretti a costruire la strada delle gallerie del Pasubio). La popolazione viene sfollata verso i paesi della pianura vicentina perdendo le misere risorse guadagnate con anni di fatica nella dura vita di montagna (i contrabbandieri, sospettati di parteggiare per gli austriaci, vengono deportati a Palermo).

Nel primo dopoguerra il Comune vede emigrare gran parte della popolazione all'estero (in particolare nei paesi dell'emisfero australe: Sud Africa, Argentina, Australia...) mentre nel secondo dopoguerra il flusso si sposta verso i poli industriali della pianura vicentina, portando la popolazione dalle mille unità dell'inizio del novecento a 152 abitanti (31.12.1996).


arte

Chiesa Parrocchiale di San Barnaba (sec. XVIII);
Chiesa di San Valentino sull'altopiano di Cavallaro (1700);
Croce di Monte Maggio (m. 1852 s.l.m.) sul sentiero europeo "E5" Lago di Costanza-Mare Adriatico;
Ex Cimitero Militare Austriaco di Contrà Molini.



economia

Questo territorio di montagna è il meno popolato della Provincia; nonostante ciò le sue risorse sono insufficienti al punto che nell'ultimo quinquennio la popolazione è ulteriormente diminuita di oltre il 20%. L'unica risorsa disponibile è una agricoltura di tipo silvo-pastorale con produzione di patate e allevamenti bovini.


indirizzi utili

Poste e telegrafi
Via Anton Burgmann, 4 - Tel. 0445 714085.

Posto telefonico pubblico
Trattoria dalla Santa: Via Piazza, 46 - Tel. 0445/714223 - Orario: 7-21

Elettricità
Tel. 0445/380311

Guardia Medica
Tel. 0445/388111


avvenimenti

14 febbraio Festa di San Valentino,
2° domenica di luglio sagra patronale,
3° domenica di luglio Festa sul Monte Maggio,
ultimo sabato di luglio Commemorazione ex Cimitero Militare Austro-Ungarico di Vanzi-Molini.