Questo sito utilizza i cookies per offrirti la migliore esperienza di navigazione sul sito. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetto i cookies No

Cerca nel sito

Invia ad un amico
Livello del fiume Bacchiglione
e previsioni meteo di Vicenza

Montegalda

montegalda MONTEGALDA
www.comune.montegalda.vi.it

Municipio Piazza G. Marconi, 1
Tel. 0444-736413
Frazioni Colzè

Superfice Kmq 17,68
Altezza s.m. 24
Abitanti (2001) 2.800 c.a.
Distanza da Vicenza 18
Prefisso telefonico 0444
C.A.P. 36047
Patrono S. Giustina (5 ottobre)
Montegalda


storia

Origine del nome. "Mons Gaudii", come era chiamata anticamente, deriva forse dal nome germanico Gaudo, poi cognome veneto.
Nel territorio furono rinvenute una lapide e una lamina bronzea di epoca romana. Montegalda è certamente di origine romana, anche se appare nominata per la prima volta nel 968; da un documento del 1015 appare possesso padovano. Fu feudo di nobili locali dai quali i vicentini l'acquistarono nel 1150. Nel 1176 vi fu edificato un castello che causò molte controversie fra Vicenza e Padova. Presa da Ezzelino nel 1256, Montegalda seguì poi le sorti di Vicenza.


arte

Villa Grimani-Marcello. Si tratta del castello medioevale di Montegalda che fu al centro di tante drammatiche contese e che si trova nominato fin dal 1176. Tra il '500 e il '700 assunse la veste di pacifica dimora di campagna. Nonostante i riadattamenti tra i secoli XVI e XVIII, il suo aspetto rimane quello singolare di castello turrito e al tempo stesso di villa di vacanze estive. All'interno conserva un interessante ciclo pittorico di Andrea Urbani (1780-1782). Nel parco settecentesco sono statue del Marinali.
Municipio. Ha sede nella villa Gualdi, poi Vendramin-Valmarana. È dell'inizio del '600 ed ha un ampio porticato sulla fronte posteriore.
Villa Chiericati. Fu integralmente rinno vata nel 1854 dal nonna del romanziere Antonio Fogazzaro. Vi sono custoditi i ricordi dello scrittore. Conserva un oratorio del '400 che fu in seguito rimaneggiato.
Villa Seroffa a Colzè. Risale al 1675.
Villa Colzè a Colzè. Rifatta su strutture gotiche nella prima metà del '700, ha oratorio ottagonale con sculture del Marinali (1643-1720).


economia

L'agricoltura è specializzata soprattutto nella produzione di vigneti per vini classici essendo il territorio nella zona dei Colli Euganei; si producono anche i cereali e i foraggi. Operano piccole imprese industriali oltre a quelle artigianali, nei settori della lavorazione della pelle, della carta e delle costruzioni, Oltre un terzo della manodopera trova lavoro nei centri maggiori.

Mercato: Ogni lunedì
Fiere: dal 23 aprile al 2 maggio "fiera di S. Marco"


indirizzi utili

Chiesa parrocchiale S. Giustina
Via Marcoline, 1 - Tel. 0444/636019

Poste e telegrafi
Via C. Cattaneo - Tel. 0444/737007

Scuole Materne
"Papa Giovanni": Via Cattaneo - Tel. 0444/636080

Scuole Elementari Dir. Did. Montegalda
Via Chiesa - Tel. 0444/636032

Scuole Medie
"Toaldo": Via Cattaneo, 53 - Tel. 0444/636064

Posto telefonico pubblico
Bar Cavaliere Tiziano: Via Roma, 67 - Tel. 0444/636040 - Orario: 7-21

Elettricità
Tel. 0444/500222

Gas
Tel. 0444/394911

Guardia Medica
Tel. 0444/993111


avvenimenti

Sagra di S. Marco (25 aprile)
Concerto al Castello (luglio)