Questo sito utilizza i cookies per offrirti la migliore esperienza di navigazione sul sito. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetto i cookies No

Cerca nel sito

Invia ad un amico
Livello del fiume Bacchiglione
e previsioni meteo di Vicenza

Pedemonte

pedemonte PEDEMONTE
www.comune.pedemonte.vi.it

Municipio Via Longhi, 1
Tel. 0445-747188
Frazioni Casotto
Carotte
Ciechi
Longhi
Scalzeri

Superfice Kmq 12,73
Altezza s.m. 450/1300
Abitanti (2001) 800 c.a.
Distanza da Vicenza 50
Prefisso telefonico 0445
C.A.P. 36040
Patrono S. Maria Assunta
(15 agosto)
Nanto


storia

Il territorio del comune di Pedemonte occupa la parte più a Nord della valle dell'Astico. Confina col Trentino della cui cultura conserva impronta nelle costruzioni, nelle abitudini e nell'idioma della gente, avendo fatto parte sino al 1918 del Sud Tirolo nell'Impero Asburgico.

Alcune frazioni ne compongono il comune ed offrono nei loro nuclei originali, come nel settecentesco Scalzeri, scorci scenografici che cambiano ora che si imbocchi un vicolo, o che infilato un "volto" si esca su uno spiazzo "cortivo" per essere inondati da cascate di verde e rosso dei gerani pendenti da finestre e ballatoi.

Casotto alto propone l'intimità di borgo di altri tempi col gorgogliare della fontana mentre dalla balconata adiacente la Chiesa esplode il panorama della valle, l'antistante preistorica frana e il sovrastante Spitz di Tonezza.
Invitante il richiamo paesaggistico ad essere protagonisti nella natura. Molti i sentieri: verso il Kroier, Luserna, Lavarone, il forte Belvedere, tracciati dal passo sicuro di chi nei tempi passati li percorreva a volte quotidianamente per raggiungere dall'Altopiano la Valle o per portare merci dai territori di Venezia a Trento.
Lasciarsi così condurre fra scenari che cambiano continuamente come per la Valle del Rio Torto e giungere sino a Monterovere o vedere in località Malga Laghetto l' Avez del Prinzep il più grande Abete d'Europa.

Oppure osservare le cascate della Torra, della Pissavacca, del Gorgo Santo che diventano spettacolari dopo una copiosa precipitazione sull'altipiano, e da Carotte quella della Civetta. Le Grotte di rio Torretta, del rio Molino, del Gorgo Santo o il Buso della Vecia Pempa ed il Covolo delle Campane da dove è possibile udire la eco delle campane della Parrocchiale di Brancafora. Immersi quindi nella natura del versante sinistro dell'alta valle dove non è difficile vedere caprioli, camosci e mufloni. Mentre le acque del torrente Astico sono assai note ai pescatori.

La devozione della gente del posto è manifesta da vari "capitelli" piloni votivi disseminati qua e la nelle frazioni prossimi ad essere restaurati, dalle chiesette frazionali interessanti per gli interni lignei o pittorici, dalla chiesa di Casotto, con l'adiacente piccolo cimitero come tipico della tradizione mitteleuropea, del 1748 ricostituita nel 1920 e la chiesetta silvestre di Belfiore a 748 m. di altitudine.

La Parrocchiale di S. Maria Assunta di Brancafora che sorge in quella che anticamente era chiamata "valle dei frati" lungo il percorso mercantile fra le terre venete e quelle austriache. In tipico stile tirolese il campanile con cuspide a cipolla del 1700, mentre la chiesa fu ricostruita nel 1876.
Al suo interno si trovano alcuni pregevoli arredi sacri:
Il pulpito ligneo del XVII secolo, elegante connubio di barocco e rococò opera sublime di intagliatori mobilieri di scuola trentina.
La Via crucis composta da quadri ad olio su tela di autori tirolesi del XVII secolo.
In Brancafora presso il nuovo insediamento abitativo un centro polivalente di recente realizzazione costituito da palestra polifunzionale, campo di calcio, campo da tennis, pallavolo e bocce è a disposizione per lo sport amatoriale.

Pedemonte quindi si propone non per una vacanza sofisticata, per questo non ci sono adeguate strutture ricettive, ma a stimolare la visita del turista lasciandogli la libertà dalla sua personale scoperta del proprio territorio.

TURISMO SCOLASTICO
PASSEGGIATA DELLA EX STRADA AUSTRIACA (Km 3) da Casotto a Scalzeri Percorso facile, panoramico lungo una strada ora chiusa al traffico veicolare, costeggiante il Torrente Astico. Permette di osservare una cava lapidea cascate della Pissavacca e del Gorgo Santo, gli abitati settecenteschi di Casotto Alto (veduta panoramica) e Scalzeri con Pitture murali e Capitelli ex voto.
Possibile uso della Palestra polifunzionale e degli impianti sportivi in Brancafora.

TURISMO TURISTICO STORICO NATURALISTICO
ESCURSIONI SUI SENTIERI- tra parentesi numerazione CAI

  • CONTRADA CAROTTE - FRAZIONE PICCOLI DI LAVARONE (595)
    Sentiero facile che segue il tracciato della principale via medioevale tra la Val d'Astico ed il Trentino.

  • BRANCAFORA- FORTE BELVEDERE (Austria 15/l8) (597)
    Itinerario abbastanza facile che porta all'imponente costruzione del forte Belvedere che domina la valle. (ora museo)

  • BRANCAFORA - MONTEROVERE per la valle Rio Torto (599)
    Antichissimo itinerario tra la VaI d'Astico e la Valsugana lungo il percorso in località Malga Laghetto è visibile l'abete più grande d'Europa "l'Avez del Prinzep"

  • SCALZERI - LUSERNA (601)
    Sentiero che costituisce la via pi— diretta tra il fondo Val d'Astico ed il centro cimbro di Luserna.

  • CASOTTO BELFIORE - LUSERNA (605)
    Itinerario che porta alla scoperta di squarci paesaggistici costituiti dal riposante promontorio di Belfiore e dallo snodarsi in quota del percorso con modesti saliscendi sotto bastionate di roccia

  • CASOTTO - MALGA CROIERE per la valle Torra (611)
    Itinerario che raggiunge l'altopiano dei Sette Comuni procedendo per la Val Torra.

    CASCATE:

  • della Torra (Casotto)
  • Pissavacca
  • Gorgosanto (scalzeri).

    GROTTE:
  • Torretta (Casotto)
  • Rio Solo (Scalzeri).
  • del Gorgosanto,
  • il Covolo delle campane con la eco del campanile di Brancafora.
    Alcune di queste grotte sono di notevole interesse speleologico.

  • CENTRI delle frazioni originali del 700
  • PERCORSO dei Capitelli votivi della Val d'Astico.
  • PITTURE murali.

    TURISMO SPORTIVO ESTIVO
  • Escursionismo attraverso i sentieri
  • Pesca
  • Possibilità di uso degli impianti sportivi Comunali in Brancafora
  • Marcia non competitiva Oasi del Rio Torto

    TURISMO CULTURALE
  • CHIESA di S. MARIA ASSUNTA in Brancafora (1876).
  • Campanile del 1727 ,
  • Pulpito ligneo del XVII secolo di maestri intagliatori Trentini
  • Via Crucis della Scuola Pittorica Tirolese del XVII secolo.
  • CHIESA di SAN GIOVANNI NEPOMUCENO in Casotto Alto, del 1748, ricostruita nel 1920
  • Interessanti le pitture interne.
  • CHIESETTE frazionali di interesse per gli interni lignei o pittorici.
  • MUSEO ETNOGRAFICO LOCALE in via di realizzazione.

    TURISMO ENOGASTRONOMICO
    FESTE PATRONALI
  • Maggio: frazione Longhi
  • Giugno: frazione Cartone
  • 15 Agosto: Brancafora festa dell'Assunta
  • 16 Agosto: Scalzeri, festa di San Rocco.
  • 8 Dicembre: Casotto, festa Madonna Immacolata

    BIBLIOGRAFIA
  • Le nostre radici BRANCAFORA - Alberto Carota ed La Serenissima
  • LASTEBASSE -PEDEMONTE - TONEZZA del CIMONE - VALDASTICO - Terra di confine - Antonio Brazzale dei Paoli - ed. La Serenissima

  • 1920 - 1990 Settant'anni di attività della C.R ed A. di Pedemonte.
  • 1920 - 1995 Settantacinque anni di attività della BCC di Pedemonte - Giancarlo Ciechi ed. La Serenissima

  • La casetta della Frau - Luigi Longhi - Tipolitografia ISG Vicenza
  • Sui sentieri della Val d'Astico - Guida escursionistica con note storiche e naturalistiche - Liverio Carollo ed. CAI sez. di Thiene

  • Carta dei sentieri valli Astico e Posina - ed. CAI sezioni Vicentine
  • Le prealpi venete e la Val Belluna - ed. Guide d'Italia - Fabbri Editori
  • 1914 - 1918 Folgaria - Lavarone - Luserna - Vezzena - Monte Cimone - Pasubio attraverso una documentazione storico fotografica - Tullio Liber - Ugo Leitempergher - ed. Effe Ci Erre - Trento.

  • BRAUNAU 1915 - 1918 I profughi di Lavarone M. Eichta - ed Persico
  • Guida lungo la fronte austroungarica e italiana Aldo Forrer - ed. Manfrini Editori


    arte

    Chiesa. (XIX secolo)


    economia

    Le povere risorse del passato: la magra agricoltura di cui rimangono ancora visibili i terrazzamenti lungo le fiancate della montagna e l’allevamento degli animali bovini, sono state ormai abbandonate. Si coltivano ora fazzoletti di terra e si tengono ancora animali da cortile per il fabbisogno famigliare. Il fenomeno dell’emigrazione subìto dalla popolazione, dagli anni settanta è andato a sparire. Anche grazie ad una attenta politica condotta dall’amministrazione comunale, si è ottenuto lo sviluppo di un attivo artigianato locale e l’insediamento di ditte nella zona artigiano – industriale.

    Oggi sono presenti sul territorio, una cava per l’estrazione di pietrame, impianto per calcestruzzi preconfezionati, alcune industrie metalmeccaniche che occupano personale proveniente anche da altri comuni limitrofi, laboratori artigianali per produzione conto terzi specie nel settore abbigliamento, imprese artigianali in meccanica, termoidraulica, carpenteria, falegnameria e lavorazione del legno, nel movimento terra, in edilizia e nei settori collegati che operano anche fuori regione.


    indirizzi utili

    Banca
    Nel comune ha sede la Banca di Credito Cooperativo di Pedemonte istituto bancario con oltre ottanta anni d'attività e che sviluppa la stessa anche con sportelli nei comuni d'Arsiero, Valdastico e Tonezza del Cimone. Via Longhi 53 tel. 0445-747204

    Poste e telegrafi
    Via Longhi 60 - tel.0445 727031

    ENEL distribuzione Zona Schio
    Via 29 aprile 11 - le Fontane - 36015 Schio - tel.800 845093

    Segnalazione guasti
    tel. 800 846041

    METANO Veneta gestione servizi pubblici
    Via Laguna 3 - 36013 Piovene - tel.0445 651399

    Segnalazione guasti
    tel.0445 651399-0348 3358386

    TELECOM Italia filiale di Vicenza
    Via Napoli 27 36100 Vicenza - tel. 187

    Segnalazione guasti
    tel.187

    SANITA' e SOCIALE

    PRONTO SOCCORSO EMERGENZA
    tel. 118

    Guardia medica
    tel. 0445388111

    Ambulatori per il servizio sanitario
    Località Casotto presso le ex scuole: 0445*****
    Via Longhi 62 - tel.0445 7471345

    Farmacia comunale
    Via Longhi 62 - tel.0445 747145

    Casa di riposo S. Giuseppe RSA
    Disponibilità per n° 50 ospiti - Località Brancafora - tel.0445 747147

    Scuola materna comunale
    Località Brancafora - tel.0445 747020

    Scuola elementare "Silvio Pellico"
    Località Brancafora - tel.0445 747020

    Impianti sportivi
    Palestra polifunzionale - Campo di calcio - Piastra polifunzionale per tennis - pallavolo - pallamano - Campo bocce Località Brancafora

    Campo calcio Località Casotto

    PARROCCHIA
    Chiesa parrocchiale di S. Maria Assunta
    Località Brancafora via chiesa
    Parroco - tel.0445747012

    Chiesa di S. Giovanni Nepomuceno
    Località Casotto

    Casa S. Giuseppe
    Istituto Suore Francescane Elisabettiane
    Località Casotto Via Vitt. Emanuele - tel.0445 745415


    avvenimenti

    Comunità Montana "Alto Astico e Posina"