Questo sito utilizza i cookies per offrirti la migliore esperienza di navigazione sul sito. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetto i cookies No

Cerca nel sito

Invia ad un amico
Livello del fiume Bacchiglione
e previsioni meteo di Vicenza

PEDEMONTANA: PROSEGUIRE NEL FARE FRONTE COMUNE

Comunicato Stampa

Il sindaco di Rosà on. Manuela Lanzarin si è riunita ieri pomeriggio con i colleghi dei comuni bassanesi per definire una posizione condivisa sulle osservazioni da presentare al commissario straordinario per la Superstrada Pedemontana Veneta dott. Silvano Vernizzi. Gli amministratori hanno espresso una linea comune sulle richieste che per il territorio di Rosà riguardano in particolare il prolungamento ad est della complanare sino all’attuale intersezione della SP Nuova Gasparona con la ss 47, l’utilizzo di caselli ad alta automazione e la massima attenzione ali espropri. Punti che vanno a servizio e tutela del territorio e già votati dal consiglio comunale di Rosà lo scorso 1° febbraio e presentati gli uffici della regione.In relazione alle dichiarazioni del sindaco di Cassola apparse quest’oggi su di un quotidiano locale, il sindaco on. Manuela Lanzarin così replica: «Mi spiace anzitutto che il sindaco di Cassola vada ad esternare il suo rammarico per lo spostamento del tracciato a nord di villa Roberti sui media. Nell’incontro di ieri non ne abbiamo parlato essendo oltremodo una decisione già presa e non più oggetto di modifiche. Mi rammarica che si usino questi strumenti polemici di pura propaganda pre-elettorale come giustificazione alla cittadinanza. Il gruppo di Cassola della Lega Nord si è poi sempre speso per i cittadini e lo ha dimostrato anche in questa circostanzaSullo spostamento del tracciato, il CIPE ha recepito le mie osservazioni visto che se fosse stato a sud, oltre a tagliare in due il quartiere di Borgo Tocchi, avrebbe creato un assetto non lineare, con una curva non in asse. La scelta di porlo a nord è stata valutata quindi la più tecnicamente fattibile e con minor impatto sul territorio. Dobbiamo proseguire nel fare fronte comune per rendere meno impattante possibile questa grande opera che da decenni che aspettiamo.» 

Altri articoli