Questo sito utilizza i cookies per offrirti la migliore esperienza di navigazione sul sito. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetto i cookies No

Cerca nel sito

Invia ad un amico
Livello del fiume Bacchiglione
e previsioni meteo di Vicenza

L’AGGANCIO - venerdì 26 marzo alle ore 21.00

DAL TESTO DELLA GORDIMER UNA ECCELLENTE PROVA D’ATTORE PER FAUSTO RUSSO ALESI

L’AGGANCIO - venerdì 26 marzo alle ore 21.00 La galleria dei nomi della scena sbarcati all’Astra si impreziosisce ancora con Fausto Russo Alesi, premio UBU miglior attore non protagonista nel 2009, sul palco del Teatro Astra con Mariangela Granelli venerdì 26 marzo (alle ore 21.00) con L’AGGANCIO, pièce in PRIMA REGIONALE, tratta dall’omonimo romanzo di Nadine Gordimer, per la regia e versione teatrale di Serena Sinigaglia. Attraverso la storia d’amore tra Abdu, immigrato senza permesso di soggiorno e Julie Summers, giovane rampolla di una famiglia “bene” di Johannesburg, vengono affrontati due temi centrali dell’uomo contemporaneo e dell’umanità in genere: l’amore e la diversità. I due giovani protagonisti diventano portatori di un discorso culturale e politico attuale. Senza retorica e buonismo, ci si interroga sulla possibilità di costruire un vero futuro di integrazione e dialogo tra culture diverse. Un allestimento di estrema semplicità che si affida alla forza del testo e a due bravissimi interpreti. “La Gordimer affronta due temi centrali sul piano esistenziale, il solo piano degno di nota, in un mondo, come il nostro, alla deriva, e privo, disgraziatamente, di riferimenti politici”, racconta Serena Sinigaglia, “La riduzione drammaturgica è stata fatta all’insegna dell’assoluto rispetto della fonte; ho dunque sostanzialmente tagliato e riadattato il romanzo, riunendo sui soli due protagonisti le fila di un racconto che ovviamente la Gordimer affida a più voci. Ancora una volta ho scelto lui e lei, per raccontare il tutto, e l’ho fatto perché penso che lì è il cuore stesso della vicenda, l’anima più profonda di questo bel romanzo”. La scenografa Maria Spazzi sviluppa un ambiente scenico dal sapore 'art brut', dove teli diventano dune, e il passaggio dalla metropoli al Maghreb è un istante, il tempo di rovesciare la sabbia contenuta nei bidoni. Con un finale davvero di grandissimo effetto. “Ho voluto che l’allestimento fosse di una semplicità disarmante” continua la regista, “ho voluto affidarmi alla forza del testo (e della storia che racconta) e a due bravi attori, capaci di fare il resto, capaci, intendo, di dare corpo, voce, umori ai due protagonisti, a lui e a lei, al loro imprevisto e imprevedibile folle amore”. IL ROMANZO Nadine Gordimer, sudafricana, autrice di romanzi e saggi, è vincitrice del Booker Prize nel 1974 e del Premio Nobel per la letteratura nel 1991. E’ stata fervente attivista politica anti apartheid, per un riesame della pluridecennale politica sudafricana di esclusione razziale. Molte delle sue opere affrontano la questione delle tensioni morali e psicologiche dovute alla segregazione razziale in atto nella sua patria. Fra le sue opere più celebri “Un ospite d’onore” (1970), “Il conservatore” (1974), “Nessuno al mio fianco” (1994). “L’aggancio” (2001) pubblicato IN Italia da Feltrinelli, è un romanzo che racconta lo scontro tra culture è uno scontro profondo, che affonda le radici nella storia passata, storia millenaria di conquiste e sconfitte. Può esserci oggi una reale fusione fra culture antagoniste? Può esserci oltre che il rispetto, un processo credibile e duraturo d’integrazione per gli stranieri di ogni paese? Spiega la sua scelta Serena Sinigaglia: “E’ un romanzo spiazzante, dal finale capovolto. Mi è piaciuto perché non è retorico. Sì, mi è piaciuto perché non è buonista, e non è scontato, e non propone stupidi e facili rimedi. E del razzismo, che da sempre ne consegue. Mi è piaciuto, e molto, perché è un “pop d’autore”.  FAUSTO RUSSO ALESI Da giovane poliedrica promessa del palcoscenico e del grande schermo, Russo Alesi si è velocemente conquistato e a pieno titolo ruoli da attore consolidato che non ha paura di alcuna “responsabilità” artistica sul palco. Nel suo percorso artistico è successo tutto velocemente: aveva 23 anni quando ha conseguito il diploma alla Paolo Grassi di Milano. Subito dopo vive l’esperienza, del Corso Internazionale Itinerante di Perfezionamento Teatrale con maestro Eimuntas Nekrosius. È stato fra i soci fondatori dell'Atir con Serena Sinigaglia regista di riferimento. Ha lavorato, tra gli altri, con Luca Ronconi e Ferdinando Bruni Nel 2002 vince il premio dell'Associazione Nazionale dei Critici di Teatro, poi il "PREMIO UBU" come migliore giovane attore. Poi arriva il premio Annibale Ruccello, nel 2004, l'Olimpico" dell'Eti lo stesso anno, il premio Vittorio Gassman - miglior giovane talento nel 2005 e, ancora, il premio Maschera d'Oro 2005 assegnato dal pubblico e dalla critica. Per il teatro ricordiamo, sempre con la Sinigaglia, "Natura Morta in un Fosso" di Fausto Paravidino, ospitato dall’Astra qualche stagione fa e una magistrale riedizione de “Il Grigio” di Gaber e Luporini (nel 2005). Nel 2008 è fra i principali interpreti del "Sogno di una notte di mezza estate" di Ronconi al Piccolo Teatro ed in seguito debutta con Peter Stein nei “Demoni”. Ottime anche le prove d’attore al cinema, ricordiamo, tra gli altri, successi come “Pane e tulipani”, “Agata e la Tempesta” di Silvio Soldini, i più recenti “La doppia ora” di Giuseppe Capotondi e “Vincere” di Marco Bellocchio. MARIANGELA GRANELLI Attrice, si diploma alla Scuola di recitazione del Teatro Stabile di Genova. Lavora con Anna Laura Messeri, Carmelo Rifici, Fabrizio Montecchi, Luca Ronconi. Attualmente è impegnata con fausto Russo Alesi nella tournee di “Fahrenheit 451″, la versione teatrale del testo di Ray Bradbury, diretta da Luca Ronconi. Nel 2007 ha vinto il Premio dell’Associazione Nazionale Critici di Teatro come attrice emergente. ASPETTANDO L’AGGANCIO Venerdì 26 marzo, alle ore 17.00, presso la Libreria Galla Librarsi (in contrà delle Morette, vicino a Piazza dei Signor) si svolgerà un incontro con Fausto Russo Alesi e Mariangela Granelli. Uno spazio accogliente sarà aperto e a disposizione di tutti per conversare con gli artisti e ritrovarsi prima dello spettacolo. GUSTI ASTRALI è una stagione di prosa che propone volti noti ed artisti emergenti del panorama teatrale italiano ed è promossa dall’Amministrazione Comunale di Vicenza, Assessorato alla Cultura e progettata da La Piccionaia-I Carrara Teatro Stabile di Innovazione, in collaborazione con il circuito regionale Arteven, Regione Veneto e Ministero per i Beni e le attività culturali. Ultimo spettacolo in calendario: SAB 10 APR ore 21.00 > ANAGOOR Tempesta INFORMAZIONI Biglietti Intero € 13 ridotto € 11   Ufficio del Teatro Stradella dell’Isola, 19 (zona Piazza Matteotti) Tel. 0444 323725 [email protected] Aperto dal martedì al venerdì dalle ore 9.30 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00. Il botteghino al teatro apre un’ora prima dello spettacolo. Le programmazioni, le informazioni generali e i tutti costi sono pubblicati sul sito www.teatroastra.it, attraverso il quale è anche possibile effettuare la prenotazione on-line dei biglietti per gli spettacoli in cartellone.

Altri articoli