Questo sito utilizza i cookies per offrirti la migliore esperienza di navigazione sul sito. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetto i cookies No

Cerca nel sito

Invia ad un amico
Livello del fiume Bacchiglione
e previsioni meteo di Vicenza

Teatro Busnelli - Jennifer Rosa in "FRANCESCHE"

Venerdì 26 marzo alle ore 21 al Teatro Busnelli di Dueville

Teatro Busnelli - Jennifer Rosa in "FRANCESCHE" A conclusione della rassegna teatrale organizzata dalla cooperativa Dedalofurioso, con il coordinamento artistico di Valentina Brusaferro, venerdì 26 marzo alle ore 21 sul palcoscenico del teatro Busnelli di Dueville il progetto Jennifer Rosa presenterà lo spettacolo "Francesche", ideato e diretto da Chiara Bortoli, con l'esibizione delle performers Francesca Contrino, Francesca Raineri, Francesca Trevisan, Chiara Bortoli; le musiche originali di Andrea Cera e i video di Fiorenzo Zancan si intersecheranno trasversalmente ai linguaggi della danza e del teatro, in una fusione armonica volta a coinvolgere lo spettatore annientando la linea che separa pubblico e performers e guidandolo in una ricerca ontologica alla ricerca dei confini dell'Essere. Liberamente ispirato al cortometraggio The Perfect Human (1967) di Jørgen Leth, FRANCESCHE parla dell'identità a partire dalla dimensione simbolica - il nome proprio - non è più di una manciata di lettere, pochi fonemi disposti in sillabe a comporre una breve immagine acustica - allo stesso tempo una delle componenti più misteriose e profonde della nostra appartenenza ad un'umanità fatta di soffio e di parola. Quattro donne, quattro persone, quattro nomi, un nome solo - vero o falso che sia; quattro modi di camminare, di lasciarsi osservare, di stare, depositando gesti e parole. Quattro storie che si intuiscono ad intermittenza, dal modo di muoversi, dal modo in cui la voce dice. Quattro tragitti senza un punto di arrivo; percorsi che si toccano per qualche istante, riverberano l'uno nell'altro, si raddoppiano, si moltiplicano, tornano al singolo. Quattro ritratti senz'altra pretesa di raccontarsi se non mostrandosi fragilmente, in carne ed ossa. Jennifer Rosa, laboratorio permanente di arte contemporanea nato a Thiene nel 2005, muove essenzialmente dalla danza contemporanea per dilatare pratiche e contesti del proprio fare attraverso performances, installazioni, spettacoli, video, fotografia, scegliendo uno spazio estetico scentrato, in bilico tra quotidiano e artificio, presenza e apparenza, passione viscerale e lucido esercizio, sottratto a stilizzazioni astratte, al simbolismo, all'intimismo, ai modi del rituale teatrale. E' uno spazio di tensioni opposte, un luogo di esperienza soggettiva osservato da un punto di vista quanto più possibile oggettivo, nel quale la costruzione scenica si svela rendendosi accessibile. Fanno parte stabile del gruppo Chiara Bortoli (autrice, performer, direttrice artistica del gruppo), Francesca Raineri (autrice, performer), Francesca Contrino (performer), Vasco Manea (performer), Fiorenzo Zancan (video artista); autrice, performer e direttrice artistica del gruppo è Chiara Bortoli: formatasi tra Francia, New York e Indonesia, con maestri del calibro di Wes Howard e Karin Waehner, ha danzato nelle rinomate compagnie di Andy De Groat, Hèla Fattoumi et Eric Lamoureux, Bernardo Montet, Gladys Sanchez. Tornata in Italia si è dedicata ad avviare dei laboratori di ricerca, soprattutto confrontandosi con la scrittura coreografica, esplorando per vari anni soprattutto la forma dell'assolo e talvolta collaborando con musicisti quali Patrizia Laquidara, Giuseppe Dal Bianco, Alberto La Rocca, Deobra Petrina, Gabriele Grotto. Co-fondatrice dell'associazione culturale Artemis, partecipa all'ideazione e all'organizzazione di molti eventi culturali, tra i quali la rassegna "Per infinite pianure" a Villa Ghellini di Villaverla (Vi), continuando nel contempo a partecipare a progetti di altri artisti, in Italia e Francia: Giorgio Fabbris, Gladys Sanches e Eric Wurtz, Bernardo Montet, François Possémé. Nel 2008 è co-fondatrice dell'associazione REV - rete veneta arti performative: una rete di associazioni, coreografi, danzatori, performers, operatori e altri professionisti delle arti performative dislocati sul territorio regionale. Inoltre ha collaborato con l'attore e regista Pippo Gentile per la realizzazione dello spettacolo "M" nell'ambito del laboratorio teatrale Din Don Down.

Altri articoli