Cerca nel sito

Invia ad un amico
Livello del fiume Bacchiglione
e previsioni meteo di Vicenza

Focus On: Antifurto senza fili: di cosa si tratta

Prezzo accessibile e nessun intervento invasivo

Focus On: Antifurto senza fili: di cosa si tratta

Quando si tratta di proteggere la propria abitazione è bene non essere approssimativi e superficiali, ma è consigliabile, al contrario, raccogliere tutte le informazioni possibili e optare per il dispositivo di allarme più adeguato per la propria dimora. Di seguito troverete tutte le principali caratteristiche dell’antifurto senza fili, noto anche come wirless.

L’innovativo antifurto senza fili, che rispetto a quello via cavo è caratterizzato da un prezzo piuttosto accessibile, è un dispositivo di allarme che non richiede una messa in opera particolarmente laboriosa, in quanto non necessita di interventi invasivi (opere murarie, creazione di canaline e tracce in cui allocare i fili, ecc.); esso, infatti, si basa sulla tecnologia wireless in grado di trasmettere segnali grazie a onde elettromagnetiche sulle bande di frequenza 433 MHz e 868 MHz . Ogni componente dell’antifurto senza fili, lo ricordiamo, viene messo a punto in fabbrica ed è immediatamente pronto per l’installazione. Questo sistema consta delle seguenti parti:

1 – una centralina d’allarme, ovvero il cervello del dispositivo antiintrusione, che gestisce tutte le periferiche cui è collegata ed elabora le informazioni da esse provenienti; in caso di intrusioni da parte di malintenzionati genera allarmi sonori. Quasi sempre è provvista di un display e di un tastiera. Talora la centrale può anche essere munita di un codice antirapina, molto utile nel caso in cui il ladro costringa la vittima a disattivare l’antifurto. In una simile circostanza, infatti, dopo la digitazione del codice, il sistema provvede a inoltrare messaggi silenziosi attraverso la linea telefonica. 

2 – dei sensori, ovvero gli occhi dell’antifurto, che, tramite gli infrarossi, rilevano i movimenti fisici all’interno dell’abitazione e l’apertura di porte e finestre. I sensori, dopo l’eventuale rilevazione, inoltrano un messaggio alla centralina che provvede, quindi, a codificarlo.

3 – un sistema d’allarme, ovvero la voce dell’antifurto, che si attiva in seguito alla segnalazione da parte della centralina che ha codificato il messaggio dei rilevatori. Generalmente esso consiste in un dispositivo acustico (sirena), che può essere sia interno che esterno; talora oltre alla segnalazione sonora ne può essere prevista anche una visiva costituita da un lampeggiatore che consente di rintracciare immediatamente la casa interessata. Inoltre esso è spesso collegato anche a un combinatore telefonico che consente di allertare in caso di rapina o furto dei numeri preregistrati (non esclusi quelli delle forze dell’ordine o di un istituto di vigilanza privato).

L’antifurto senza fili via radio costituisce la soluzione ideale per tutti coloro che vogliono sentirsi protetti nella propria abitazione, senza necessariamente investire una cifra considerevole.

Ricordiamo infine che gli antifurti più avanguardistici dispongono anche della cosiddetta protezione anti-sabotaggio e anti-jamming, un sistema in grado di  individuare possibili aperture e manomissioni (come il micro interruttore Tamper).

Antifurto casa prezzi online

Al fine di effettuare un acquisto intelligente è opportuno dare un’occhiata ai prezzi degli antifurti casa presenti online. Grazie a siti specializzati potrete ottenere informazioni dettagliate sui vari prodotti e rintracciare l’antifurto casa più conveniente. Non siate precipitosi e lasciatevi consigliare dagli esperti!

Disegnato da Freepik


Altri articoli