Cerca nel sito

Invia ad un amico
Livello del fiume Bacchiglione
e previsioni meteo di Vicenza

Focus On: Caratteristiche dei sistemi di riscaldamento industriale

Tutte le informazioni

Focus On: Caratteristiche dei sistemi di riscaldam

Gli impianti di riscaldamento industriale devono avere delle caratteristiche particolari, per poter garantire un funzionamento sicuro ed efficiente. Si tratta infatti generalmente di sistemi destinatati al riscaldamento di capannoni ed ambienti di fabbrica, dalle grandi dimensioni. Pertanto, in un’ottica di benessere degli operatori e di sicurezza dell’ambiente, è necessario studiare soluzioni specifiche.

Peculiarità e possibili soluzioni

Innanzitutto, può essere molto utile selezionare alcune aree chiave, che andranno a diventare i punti di riferimento degli interi sistemi, pur presentando un’area ridotta rispetto alla volumetria totale dell’azienda. In questo modo, è possibile evitare sprechi di energia, con un notevole risparmio in termini economici e con un occhio di riguardo in più al rispetto dell’ambiente. L’importante è garantire il mantenimento di temperature confortevoli per tutti i lavoratori che operano all’interno dei grandi spazi di riferimento.

E’ opportuno rivolgersi sempre ad aziende specializzate, come Elle 3 Service, per realizzare impianti di riscaldamento industriale di tutte le dimensioni, tipologie e portate. In questo modo sarà possibile ottenere i migliori risultati, attraverso un attento servizio incentrato su diversi aspetti: dalla progettazione, all’installazione, fino alla manutenzione e ad ogni necessità di assistenza.

Tipologie di riscaldamento industriale

Considerando le diverse tipologie di impianti per riscaldamento industriale, tra le opzioni più valide rientrano i sistemi ad irraggiamento: alla base del loro funzionamento si trovano le onde infrarosse, che vengono generate in modo naturale dagli oggetti più caldi. Questi riescono ad emettere calore in modo più efficiente rispetto all’aria, offrendo anche la possibilità di concentrarsi nelle zone dove serve maggiormente. Inoltre, è possibile evitare spiacevoli correnti d’aria, così come rendere il processo di riscaldamento estremamente più rapido.

Ottimi risultati si possono ottenere sia con gli impianti che prevedono nastri e strisce radianti, sia con quelli dei tubi radianti, oppure delle pedane radianti: valutando le diverse esigenze di ogni singolo caso, è possibile scegliere la soluzione più adeguata. Di grande aiuto si mostrano anche altri strumenti, che possono essere installati ed azionati in base alle necessità: ad esempio, le caldaie a condensazione, oppure i sistemi di barriere a lama d’aria sugli ingressi, utili al corretto funzionamento dell’intero impianto di riscaldamento dei diversi edifici industriali.

Differenze rispetto al riscaldamento domestico

Bisogna sempre tener presente che il riscaldamento industriale presenta caratteristiche specifiche, ben diverse rispetto a quello domestico o di ufficio. In quest’ultimo caso, infatti, si utilizzano solitamente impianti di riscaldamento a conduzione, che non sono in grado di garantire i giusti livelli di funzionamento per capannoni e altri ambienti di grandi volumi. E’ infatti importante garantire che l’aria calda non venga dispersa inutilmente: bisogna concentrarsi sulle aree dove si trovano effettivamente i lavoratori, evitando che i calore vada ad accumularsi inutilmente nelle zone alte e deserte dell’ambiente. Inoltre, il classico sistema domestico richiede tempi troppo lunghi per poter riscaldare un capannone, con consumi di combustibile molto elevati e spese crescenti. Ancora, attraverso lo spostamento di aria calda, potrebbero generarsi polveri e pulviscoli all’interno del locale industriale, con conseguenti disagi per gli operatori e con un aumento dell’inquinamento.

Altro svantaggio sarebbe collegato agli aspetti burocratici, dal momento che il sistema di riscaldamento domestico richiede l’utilizzo di una centrale termica e di tubazioni in tutto l’ambiente: la normativa, dunque, prevede diversi controlli e pratiche da espletare, a partire da quelle con i Vigili del Fuoco. Al contrario, soluzioni come i nastri radianti, ad esempio, non richiedono caldaie tradizionali, centrali termiche o circuiti idraulici, ma un semplice controllo tramite dispositivo elettronico: di conseguenza sono perfettamente a norma per l’installazione in qualsiasi ambito industriale, senza l’apertura di alcuna pratica.


Altri articoli