Cerca nel sito

Invia ad un amico
Livello del fiume Bacchiglione
e previsioni meteo di Vicenza

Focus On: Come costruire un database marketing

Classificazione, aggiornamento e stratificazione

Focus On: Come costruire un database marketing

Avere un elenco di tutti i clienti costantemente aggiornato serve a conoscere nel dettaglio le loro preferenze, i loro acquisti frequenti o sporadici, ma anche ad analizzare i timori che hanno dimostrato riguardo all'acquisto di uno specifico prodotto o servizio che non ha soddisfatto appieno le aspettative. Avere un report di queste informazioni aiuta a capire meglio il comportamento dei clienti e di conseguenza a effettuare promozioni mirate non solo per fidelizzare ma anche per far ritornare clienti che per qualche ragione hanno abbandonato l'idea di concludere un acquisto.

Database di Marketing: come si costruisce?

Si parte da unalista dei clientiai quali, nell’anno precedente, è stata emessa una fattura di qualsiasi importo. Le potete reperire inamministrazionee contengono tutti i dati sensibili del cliente come nome e cognome o ragione sociale, indirizzo, codice fiscale o partita iva e numero di telefono. A questi dati devono essere ricollegate tutte le altre informazioni reperibili in azienda come il tipo di oggetto che hanno acquistato per classificare i diversi nominativi a seconda delle loro preferenze.
Puoi trovare un approfondimento sulla costruzione di un database marketing QUI.

Il database di marketing però non finisce qui.I dati devono essere mantenuti costantemente aggiornaticosì come devono essere aggiornati gli acquisti fatti dai clienti e gli interessi manifestati a fare o meno un eventuale acquisto nell’immediato. L’importante è separare bene gli acquisti fatti dal cliente con i dati sensibili come numero di telefono e codici fiscali per evitare di fare solo una grande e inutile confusione.

Stratificazione dei clienti

I clienti possono essere classificati in merito ai lorodifferenti comportamentiper adeguare le politiche commerciali alle loro esigenze. Solo così si può pensare di mettere in pratica un business plan ottimizzato per far rientrare in poco tempo l’investimento effettuato. E’ possibile mettere in ordine di importanza i migliori clienti per farli seguire poi dai tutti gli altri clienti abituali e sporadici, dagli ex-clienti, i prospect e i suspect. Questa efficace suddivisione della clientela permette di incentivare anche i suspect a rientrare fra i migliori clienti con un marketing proprio diretto al loro coinvolgimento. Sicuramente avere un database marketing aggiornato è faticoso ma a lungo andare gli sforzi vengono sempre ripagati in termini di riscontro economico cospicuo.

Identificare i clienti migliori

Per decidere quali sianoi migliori clientiè necessario tenere in contro tre fattori ovvero la data recente dell’ultimo acquisto, la frequenza degli acquisti ovvero il numero di ordini effettuati nell'ultimo anno e il valore degli stessi. Il cliente che ha appena acquistato un oggetto, in maggior modo se l’acquisto è stato importante, vuole sentirsi in qualche modo rassicurato e coccolato dall'azienda.Non è detto che un cliente oggi rimanga anche cliente nel prossimo futuro, quindi è sempre meglio proporre loro promozioni legate agli acquisti e altre gratificazioni per farli sentire sempre speciali e ben accolti in ogni momento.

Disegnato da Freepik


Altri articoli