Cerca nel sito

Invia ad un amico
Livello del fiume Bacchiglione
e previsioni meteo di Vicenza

Focus On: Corso per rappresentante dei lavoratori per la sicurezza: cosa c’è da sapere

Le informazioni base

Focus On: Corso per rappresentante dei lavoratori

Il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (RLS) è la persona designata o eletta per rappresentare i lavoratori in tutti gli aspetti riguardanti la salute e la sicurezza all’interno dei luoghi di lavoro. Tale figura è stata introdotta dalla 626/1994, che ha poi subito delle importanti modifiche grazie al D.Lgs. 81/2008.

Quest’ultima modifica è molto importante poiché utile a stabilire i confini entro i quali racchiudere la figura del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza.  Da ormai qualche anno dunque tutte le aziende devono fornirsi di un RLS, al quale il datore di lavoro deve garantire la formazione necessaria allo sviluppo di tale attività. Tale formazione comprende sia gli aspetti inerenti al rapporto tra rappresentante e lavoratori all’interno dei luoghi di lavoro, che lo sviluppo di competenze per le questioni riguardanti la salute e la sicurezza.

La formazione si acquisisce tramite appositi corsi rls, obbligatori per legge.

Modalità di elezione del Rls

L’elezione del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza avviene all’interno dell’azienda, nelle seguenti modalità:

  • per le aziende fino a un massimo di 15 lavoratori, avviene tramite elezione diretta

  • per le aziende con più di 15 lavoratori può essere eletto nell’ambito delle rappresentanze sindacali presenti nell’azienda stessa o, in assenza di esse, direttamente tra i lavoratori tramite elezione.

Le modalità di elezione, il periodo di espletamento dell’attività e altre caratteristiche del Rls vengono invece stabilite in sede di contrattazione collettiva. Un’altra disposizione che giunge dal D.Lgs. 81/2008 è quella relativa alla giornata di elezione dei rappresentanti per la sicurezza dei lavoratori, che deve avvenire in un’unica giornata a livello nazionale all’interno della settimana europea per la sicurezza del lavoro.

Il numero di rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza varia a seconda delle dimensioni dell’azienda.

  • Per le attività con meno di 200 dipendenti, è previsto un solo rappresentante

  • per le imprese da 201 a 1000 dipendenti i rappresentanti sono 3

  • per le aziende con più di 1000 dipendenti i rappresentati sono 6 

Le attività svolte dal rls

Il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, dopo la sua elezione, è chiamato a svolgere una serie di attività volte a migliorare le condizioni di salute e sicurezza della propria azienda.

Tali attività, a loro volta, devono essere agevolate dal datore di lavoro che deve predisporre un numero di ore adeguato al rls per le proprie mansioni.

Il rappresentante deve compiere diverse azioni per espletare in maniera completa il proprio compito. Tra queste rientrano:

  • l’accesso ai luoghi dove si svolgono le attività aziendali

  • la valutazione dei rischi, e la conseguente programmazione dell’attività di prevenzione

  • l’accesso a tutte le informazioni riguardanti la documentazione aziendale per la previsione dei rischi

  • le informazioni provenienti dai servizi di vigilanza

A seguito di queste attività il rappresentante deve, tra le altre cose:

  • promuovere attività di prevenzione dei rischi aziendali

  • partecipare a riunioni sulla sicurezza del lavoro

  • avvertire il responsabile aziendale del riscontro delle proprie attività

  • può ricorrere alle autorità competenti nel caso in cui riscontri delle irregolarità 

Designed by Freepik


Altri articoli