Cerca nel sito

Invia ad un amico
Livello del fiume Bacchiglione
e previsioni meteo di Vicenza

Focus On: Cosa vedere a Flores e Corvo, nelle Isole Azzorre

Come organizzare il viaggio

Focus On: Cosa vedere a Flores e Corvo, nelle Isol

Le più remote delle Isole Azzorre, Corvo e Flores, offrono scenari naturali imperdibili e incontaminati: sono in pochi i turisti che si spingono fino a qui, alla scoperta di due punti minuscoli nell'Oceano Atlantico. Eppure chi visita questi posti ne rimane così incantato da non voler più andare via: tra laghetti vulcanici e cascate le cui acque si buttano nel mare, da qualunque angolo si guardi si resta colpiti dalla meraviglia del paesaggio. Anche la quantità di fiori che caratterizza le isole è sorprendente: non è un caso che Flores si chiami proprio così (Ilha das Flores, vale a dire "isola dei fiori", appunto). Per saperne di più, leggi la guida di viaggio di eDreams: troverai tante informazioni utili per conoscere da vicino la magia di questo arcipelago alla portata di tutte le tasche.

Come organizzare il viaggio

Negli ultimi tempi, complice il web, il successo di queste isole è cresciuto in modo esponenziale, al punto che in alta stagione ormai si fa quasi fatica a trovare un alloggio libero. In ogni caso, vale la pena di impegnarsi per riuscirci, prevedendo di rimanere almeno un paio di giorni, e quindi soggiornando per tre notti. Da scoprire, per esempio, è il sentiero che conduce da Ponta Delgada fino a Faja Grande: con tutta probabilità è il più bello dell'intera isola di Flores, anche per merito del continuo alternarsi di salite e discese, l'ultima delle quali è molto ripida e giunge fino al mare.

Di conseguenza, chi pensa di soffrire di vertigini dovrebbe pensarci su prima di venire qui, ma per tutti gli altri lo spettacolo è così invitante che sarebbe un vero peccato rinunciare. Ponta Delgada è il piccolo villaggio che può rappresentare il punto di partenza di questa escursione; dopo aver superato la ripida discesa, ci si può tranquillizzare visto che da quel momento in poi si cammina unicamente in piano, fino ad arrivare a Ponta da Faja, località tanto graziosa quanto piccola. La cascata da Poço do Bacalhau è molto vicina, ed è decisamente consigliabile una deviazione per andare a vederla, con il suo getto di acqua che proviene da un'altezza di più di 90 metri. Nel complesso, la camminata dura non meno di tre ore, solo per l'andata: una volta arrivati a destinazione si può pensare di chiamare un taxi, approfittando dei prezzi ridotti della zona: da Ponta Delgada a Santa Maria, che è il centro più importante dell'isola, il costo della corsa è di appena 17 euro, un'inezia se la somma viene divisa in due o addirittura più persone.

Da Faha Grande a Lajedo

Per chi è interessato a scoprire cosa fare a Flores, un'altra fantastica passeggiata è quella del tratto compreso tra Faja Grande e Lajedo: un trekking di tredici chilometri e mezzo che si può coprire senza troppe difficoltà in quattro ore, con poche salite ripide. Nei giorni successivi la fatica si farà sentire nelle gambe, ma si sarà comunque lieti di aver ammirato panorami così esclusivi, come quello offerto dalle cascate del Poço da Ribeira do Ferreiro. Ovviamente, lo sfondo è sempre quello dell'Oceano.

I laghi vulcanici e Corvo

L'interno dell'isola di Flores è caratterizzato dalla presenza dei laghi vulcanici: i lagoas das Flores sono il Lagoa Seca, il Lagoa Branca, il Lagoa Negra, il Lagoa Rosa e il Lagoa Fonda. Non ci siamo dimenticati di Corvo, sia chiaro: per visitarla tutta, però, una giornata è più che sufficiente. Il trasporto da Flores a Corvo può avvenire in gommone: se si è fortunati si ha anche la chance di vedere da vicino i delfini.


Altri articoli