Cerca nel sito

Invia ad un amico
Livello del fiume Bacchiglione
e previsioni meteo di Vicenza

Focus On: La storia dei Soprana dal dopoguerra a oggi

Una storia di famiglia

Focus On: La storia dei Soprana dal dopoguerra a o

La gioielleria Soprana rappresenta i principali brand dell’orologeria e della gioielleria nel panorama nazionale. Attraverso la collaborazione che viene garantita dall’orafo Giovanni Posenato, Soprana propone anche creazioni a marchio proprio, con un vasto assortimento di manufatti di eccezionale valore che vengono creati a mano: si tratta di pezzi unici, evidentemente di natura artigianale, frutto di un estro artistico che tiene conto delle caratteristiche delle pietre preziose, delle loro proporzioni e delle loro forme.

La storia di Soprana

La storia dei Soprana affonda le proprie radici nell’Italia del dopoguerra: è il 1946, infatti, quando viene aperta a Valdagno la prima gioielleria, che funge anche da negozio di ottica e orologeria, su iniziativa dei fratelli Edoardo, Roberto e Adolfo. Proprio Adolfo nel 1956 apre una gioielleria a Vicenza, in piazza dei Signori: è così che prende il via l’avventura di un esercizio che oggi ha superato il mezzo secolo di vita e che, con il passare degli anni, ha stretto legami con ogni evento pubblico e privato della città. Nella prima metà degli anni Settanta lo stesso Adolfo rileva la gioielleria Marangoni: da quel momento in poi l’azienda non ha mai smesso di investire nel negozio, non solo a livello pratico e infrastrutturale, ma soprattutto sotto il profilo culturale. L’attività dei Soprana oggi è incentrata nella Basilica, a cui vengono destinate tutte le energie e le risorse.

Gli anni Ottanta e Novanta

Nel 1982 l’ottica Soprana ha spostato la propria sede e si è trasferita in via Muschieria: è in quell’occasione che ha visto la luce l’ottica Soprana e Marcato. Sette anni più tardi è apparso il brand Soprana per la creazione di monili, e sempre nel 1989 è stata restaurata la facciata di piazzetta Palladio. Nel 1995, infine, nell’antica azienda Zanasco viene aperta la Pendoleria da Stefano e Adolfo: nasce, così, un luogo concepito per l’orologeria da arredamento, con un laboratorio incentrato sul restauro dei monili meccanici.

Il restauro della Corona della Basilica di Monte Berico

Una delle tappe più importanti della storia di Soprana fa riferimento al 2000, l’anno giubilare: in quell’occasione, infatti, il marchio veneto si è occupato della progettazione e dell’esecuzione del restauro della Corona della Basilica di Monte Berico, che in questo modo è stata restituita alla città e ai fedeli. Questa corona era stata realizzata proprio da Marangoni, dal quale Adolfo aveva rilevato la bottega; nata alla fine del XIX secolo, è stata restaurata cento anni dopo da chi ha preso le veci del suo creatore. Il valore della corona è noto in tutto il territorio vicentino, non solo perché emblema della maestria orafa di chi l’ha creata, ma anche perché dimostra la devozione religiosa del luogo.

Soprana tra passato e presente

Cliccando su Scrigno Soprana è possibile entrare a diretto contatto con la qualità del brand: un marchio che riserva una particolare attenzione, da sempre, alla gioielleria antica. Lo conferma la costante ricerca di manufatti speciali e preziosi unici, grazie a cui è possibile mettere a disposizione della clientela un ampio assortimento di proposte tra pendenti, bracciali, spille, anelli e orecchini: testimonianze importanti di un tempo passato che ancora oggi catturano l’attenzione di coloro che le ammirano.

Il marchio Loving Palladio

Giovenzio ha consentito il lancio di una linea di bracciali, di pendenti e di orecchini a marchio Loving Palladio: è quasi superfluo specificare il motivo per il quale è stata scelta questa denominazione, che rappresenta un inno alla serliana della Basilica Palladiana. Anche in questo modo è possibile intuire la ricchezza e il valore dell’arte e della storia del Veneto.


Altri articoli