Cerca nel sito

Invia ad un amico
Livello del fiume Bacchiglione
e previsioni meteo di Vicenza

Focus On: L’antifurto wi-fi di nuova generazione

Le caratteristiche più importanti

Focus On: L’antifurto wi-fi di nuova generazione

La tecnologia inerente gli antifurti per la casa negli ultimi tempi ha fatto passi da gigante, mettendo a disposizione dell’utenza dispositivi sempre più sofisticati e all’avanguardia. I moderni allarmi wi-fi, ovvero quelli che sfruttano le onde radio elettromagnetiche per la trasmissione dei segnali, sono infatti in grado di “dialogare” costantemente con l’utente grazie a una semplice connessione internet.

Principali componenti di un allarme wi-fi

L’allarme wi-fi, conosciuto anche come allarme senza fili, è una delle migliori soluzioni per proteggere la propria casa e i beni in essa contenuti sia quando ci si assenta per lunghi periodi sia quando la casa è abitata. Ecco le principali componenti di un allarme wi-fi:

1 - La centralina: il cuore pulsante dell’impianto wi-fi è la centralina. Essa, infatti, è in grado di gestire l’intero sistema e di interfacciarsi costantemente con le altre componenti (rilevatori, videocamere di sorveglianza, contatti magnetici, dispositivi acustici e ottici, ecc.)

2 - I sensori: si tratta dei dispositivi deputati a rilevare l’eventuale presenza in casa dei ladri. Essi si presentano sotto forma di piccoli box che si incassano all’interno delle pareti. Essi, oltre a captare i movimenti, sono anche in grado di leggere la variazione di temperatura che si verifica quando qualcuno entra nella zona monitorata; una volta rilevato il cambiamento di calore, essi inviano immediatamente un segnale alla centralina che provvederà poi a trasmettere l’informazione ai dispositivi di allarme e al titolare dell’appartamento (quest’ultimo viene avvisato tramite un apposito sms). I rilevatori degli antifurti possono essere caratterizzati da una doppia tecnologia: a infrarossi e amicroonde; in tal modo è possibile evitare qualsiasi tipo di falso allarme (si pensi, ad esempio, a quello determinato dal passaggio di un pet che abita all’interno dell’appartamento). Ol tre ai sensori da interno esistono anche quelli da esterno e possono essere dotati di sistemi antisabotaggio e antistrappo. Questi ultimi sono in grado di resistere all’azione usurante degli agenti atmosferici (vento, pioggia, grandine, ecc.).

3 - I contatti magnetici: si tratta di piccoli contatti che vengono collocati in corrispondenza dei punti d’accesso dell’appartamento (porte, finestre, terrazzi, ecc.); nel momento in cui vengono separati trasmettono immediatamente un segnale alla centralina; cioè a dire che, in caso di apertura non prevista, informano il “cervello” dell’impianto. I contatti magnetici, lo ricordiamo, possono essere di diverse tipologie (a vista, da incasso, ecc.) e vanno scelti in base alle specifiche caratteristiche dell’immobile in cui saranno installati. Nel caso in cui il punto d’accesso da tutelare sia una finestra, è sempre necessario optare per due coppie di contatti, in quanto una va montata sulla finestra vera e propria e l’altra sulla tapparella, garantendo all’utente il massimo del conforte della sicurezza: in questo modo, infatti, sarà possibile tenere le tapparelle alzate senza tuttavia rinunciare alla protezione.

In passato i contatti magnetici disponibili sul mercato si basavano sulla cosiddetta tecnologia Reed; tuttavia quest’ultima, essendo diventata “attaccabile”, è stata progressivamente abbandonata. Oggi, infatti, è stata messa a punto una nuova tecnologia caratterizzata dall’'impiego di sensori anti-sabotaggioa “triplo bilanciamento magnetico”, in grado di garantire un elevato livello di sicurezza.
Gli attuatori: questa componente dell’impianto svolge il delicato compito di attivare l’allarme e di segnalare l’intrusione dei malintenzionati, nel momento in cui sono stati allertati dai rilevatori. Gli attuatori più diffusi sono il dispositivo acustico (sirena) e i combinatori telefonici.

A - I dispositivi acustici: sul mercato esiste una vasta gamma di sirene, ma tutte condividono il medesimo scopo, ovvero quello di attirare l’attenzione e, nel contempo, di mettere in fuga i ladri. Le sirene, generalmente, sono anche provviste di un apposito lampeggiante (dispositivo ottico) e sono dotate di una batteria di emergenza, affinché, di fronte a una eventuale manomissione dell’impianto, possano continuare a dare l’allarme. Esistono, inoltre, dei dispositivi dotati di protezione anti-schiuma e anti-sabotaggio, che garantiscono all’immobile un maggior livello di sicurezza.

I combinatori telefonici:questo utile e performante dispositivo, nel momento in cui i ladri entrano in casa, serve ad allertare, tramite un apposito messaggio telefonico, persone di fiducia, le forze dell’ordine o un istituto di vigilanza privata. Questo tool, in base al modello prescelto, può sfruttare la linea telefonica tradizionale, oppure una scheda gsm prepagata.

Un impianto d’allarme certificato

Al fine di offrire alla propria abitazione e ai propri cari una protezione a 360 gradi non sono più sufficienti i sistemi di sicurezza passiva (meccanici), ma è necessario installare dei moderni dispositivi d’allarme. Naturalmente è opportuno effettuare un acquisto ponderato e consapevole: in particolare, per essere sicuri della qualità del prodotto, bisogna assicurarsi che esso sia regolarmente certificato, ovvero che sia conforme alla normativa vigente.

Perché preferire l’acquisto online e il kit antifurto casa

Se si desidera risparmiare è possibile optare per l’acquisto online di appositi kit allarme casa che si montano con estrema facilità e non richiedono pertanto l’intervento di manodopera specializzata. In questo modo i costi si riducono in maniera significativa: da una parte, infatti, si risparmia con l’acquisto via internet (il titolare di un negozio virtuale offre prezzi più vantaggiosi grazie ai costi inferiori richiesti dal commercio online) e dall’altra, non essendo necessario l’intervento di tecnici, non si dovranno pagare costi ulteriori.

L’acquisto online di un kit allarme casa, del resto, comporta tutta una serie di apprezzabili vantaggi:

1 - è possibile fruire di una scelta molto più vasta

2 - sarà sufficiente una connessione internet e un dispositivo per effettuare l’acquisto, standosene comodamente seduti in poltrona

3 - gli ordini possono essere inoltrati anche nei giorni festivi 24 ore su 24

4 - il kit allarme casa sarà recapitato direttamente all’indirizzo indicato (non sarà dunque necessario spostarsi con un mezzo e fare estenuanti fili presso i punti di vendita fisici)

I prodotti più indicati per mettersi al riparo dai topi da appartamento

Per garantirsi una protezione efficace, è raccomandabile orientarsi su prodotti performanti, tecnologicamente avanzati e che non richiedano interventi murari invasivi. In tal senso il modello wi-fi è senz’altro il più indicato, in quanto sfrutta la tecnologia via radio. Questa tipologia di impianto, d’altra parte, rappresenta la scelta migliore anche nel caso in cui nel tempo si voglia arricchirlo con ulteriori dispositivi; l’antifurto wi-fi, infatti, è un sistema modulare.


Altri articoli