Cerca nel sito

Invia ad un amico
Livello del fiume Bacchiglione
e previsioni meteo di Vicenza

Focus On: Perché frequentare una scuola di vela

Come funziona una crociera didattica

Le onde del lago possono essere considerate aule scolastiche in cui imparare: non ci sono banchi né lavagne, è vero, ma ciò non vuol dire che non ci si possa regalare un apprendimento costante e prolungato nel tempo. Tutto questo è possibile con le crociere didattiche per le scuole di vela, che in contesti insoliti e al tempo stesso affascinanti permettono ai partecipanti di vivere esperienze all'aria aperta e di avviare un percorso formativo di alta qualità. L'aspetto motorio si coniuga con quello ludico: è attraverso il divertimento e l'intrattenimento, infatti, che si ha la certezza di riuscire a coinvolgere gli studenti più giovani, così che i ragazzi possano essere predisposti all'apprendimento.

Come funziona una crociera didattica

Grazie a una crociera didattica, si avvia un iter incentrato sulla conoscenza e sulla scoperta, destinato alle scuole di diversi livelli. L'attività viene coordinata e gestita da skipper professionisti, che usufruiscono anche del supporto di educatori specializzati. I ragazzi, in questo modo, possono essere tenuti sempre sotto controllo e supervisionati sotto tutti i punti di vista. Ovviamente viene garantito il rispetto dei più elevati standard di sicurezza, perché ogni avventura deve essere sempre tranquilla e priva di pericoli.

La preparazione

Come possono ben spiegare gli insegnanti della Scuola di vela Lago d'Iseo, per affrontare una crociera didattica in barca a vela con il giusto approccio c'è bisogno di una preparazione appropriata e di un elevato livello di consapevolezza. Gli studenti sono chiamati acondividere la propria quotidianità e a mettersi a disposizione delle altre persone: questo implica prepararsi il letto, cucinare i pasti e - più in generale - assicurare il proprio contributo per qualsiasi attività venga organizzata. Mantenere in ordine la barca è un'altra delle mansioni da cui i ragazzi non si possono sottrarre: essi sono a tutti gli effetti componenti di un equipaggio, e proprio per questa ragione hanno delle specifiche responsabilità cui non possono venir meno.

Cosa si fa in barca

Ecco che prendono vita gli insegnamenti più preziosi che possono derivare da una crociera in barca a vela didattica: la capacità di affrontare le piccole e le grandi difficoltà, di gestire gli spazi in maniera appropriata, di superare gli ostacoli e di offrire il proprio aiuto a chi ne ha bisogno è il frutto di un lavoro impegnativo ma al tempo stesso gratificante, che contribuisce alla formazione del carattere personale. D'altro canto, in età evolutiva è molto imparare a convivere con le altre persone, e farlo a bordo di una barca in cui gli spazi sono stretti è una missione che richiede passione e dedizione.

In quel microcosmo che è la barca a vela, è facile riuscire ad acquisire una maggiore maturità e a sviluppare un atteggiamento più consapevole, i cui riflessi positivi si notano nel miglioramento delle dinamiche relazionali. Certo, non è così facile tradurre in pratica quel che si impara, ma stando in mare o sul lago si è protagonisti di un vero e proprio laboratorio.

Sì, ma dove?

Sono numerose le location del nostro Paese che si prestano all'organizzazione di una crociera per studenti con scuola di vela: si pensi, per esempio, al magnifico scenario della Riviera Ligure, con le Cinque Terre e il Golfo dei Poeti, ma anche al Lago d'Iseo in Lombardia o ai dintorni dell'Isola d'Elba in Toscana. Sono due le tipologie di formula tra cui è possibile scegliere: la prima prevede un'uscita di un giorno solo, mentre l'altra consiste in una crociera con pernottamento. In entrambi i casi l'apprendimento e il divertimento sono assicurati.


Altri articoli