Cerca nel sito

Invia ad un amico
Livello del fiume Bacchiglione
e previsioni meteo di Vicenza

Focus On: Polizza vita in caso di mutuo: obbligatoria o facoltativa?

Un argomento complicato da affrontare

La polizza del mutuo è uno degli argomenti più discussi quando si richiede un mutuo. Ci sono molte banche che spingono per poter far siglare questo accordo ai propri clienti, ma non sempre è necessario. Diciamo subio che nel caso dei mutui le polizze vita possono essere obbligatorie, anche se il concetto è un po’ più complicato ed andremo ad affrontare. 

Ma in cosa consiste la polizza per il mutuo? Ed è davvero necessaria per poter ricevere un prestito? Ecco le risposte sull'argomento.

Che cosa è l'assicurazione o la polizza sul mutuo? 

Soprattutto quando si firma la richiesta di un mutuo ipotecario, la polizza diventa un elemento fondamentale. Infatti ci possono essere degli elementi naturali che possono danneggiare l'immobbile o alcuni avvenimenti che possono impedire il pagamento a chi ha richiesto il mutuo. Proprio per questo è molto importante stipulare delle polizze per tutelare l'intestatario del mutuo, che può perdere il lavoro, subire un infortunio grave o perdere la vita. Come ci dicono Assicurazionivita.net la polizza consiste dunque nel pagare una quota ho una somma intera, che porterà l'assicurazione a corrispondere un indennizzo in caso di eventuali problemi. È molto importante stipulare un contratto simile proprio perché in caso di problemi interverrà l'assicurazione. Al momento dell'estinzione del mutuo, l'assicurazione restituirà il prem io versato. In caso di surroga del mutuo e dunque di cambiamento della banca, sarà necessario rifare i documenti con una nuova assicurazione.

Chi può farla? 

Chi può fare questa assicurazione per il mutuo? La polizza può essere stipulata da tutti quelli che stanno per accedere ad un finanziamento. Può essere inoltre richiesta da chi fa da garante. Ma l'assicurazione non solo può essere fatta prima di accendere un mutuo, ma anche successivamente alla sua apertura. Infatti si può scegliere di stipulare un accordo con l'assicurazione anche dopo aver iniziato il finanziamento. Ci sono però delle condizioni base da dover rispettare: bisogna aver raggiunto la maggiore età e non si possono aver compiuto i 70 anni. Il mutuo deve avere come unica valuta l'euro, ma soprattutto deve essere stato firmato in Italia o con una banca avente sede in territorio italiano. Senza queste condizioni non si può firmare un'assicurazione per il proprio finanziamento. 

La polizza per il mutuo è obbligatoria? Ecco tutte le novità 

Il 4 agosto 2017 è stata introdotta una nuova legge sul ddl Concorrenza. Questa nuova proposta ha portato diverse novità nell'ambito dei mutui. In primo luogo, nessuna banca deve vincolare l'erogazione del prestito con l'assicurazione. Questa proposta diventa illegale: nessuna banca può obbligare il cliente a fare un'assicurazione. È sicuramente importante stipulare un accordo simile, ma non vincolante. In ogni caso la banca è tenuta a specificare tutti i termini e le condizioni del contratto, come ad esempio provvigioni e altro.

C'è però una polizza assicurativa che deve essere stipulata obbligatoriamente in caso di accensione di un mutuo. L'assicurazione incendio e scoppio è necessaria, visto che l'immobile viene protetto da eventuali danni come incendio o, in casi più estremi, un incendio causato da un fulmine. Questa assicurazione dura fino alla fine del mutuo e in caso ci siano provvedimenti particolari, l'incendio e scoppio viene prolungata. Negli ultimi anni, infatti, è possibile effettuare il salto della rata: in questi casi l'assicurazione vale comunque fino alla fine del finanziamento.

Cosa succede in caso di rimborso? Se la casa subisce un danno che rientra nelle condizioni dell'assicurazione incendio e scoppio, verrà risarcito il valore dei costi di ristrutturazione. In alcuni casi, però, viene considerato il valore dell'immobile. In questo caso la cifra sarà più alta e viene stipulata per poter avere dei premi maggiori. È possibile anche effettuare la incendio e scoppio con un'altra compagnia, ma nella maggior parte dei casi gli istituti di credito hanno delle società convenzionate, pronte ad offrire una modalità comunque vantaggiosa. In ogni caso è bene stipulare un contratto assicurativo che permette la copertura di danni o la mancanza di fondi per coprire la spesa totale. Il mutuo è un finanziamento sul lungo periodo e ci possono essere dunque diversi problemi nell'arco degli anni. Proprio per questo motivo è necessario affidarsi ad un contratto assicurativo.


Altri articoli