Cerca nel sito

Invia ad un amico
Livello del fiume Bacchiglione
e previsioni meteo di Vicenza

Il tartufo, un piacere per il palato che va gustato fresco

Uno dei prodotti più pregiati e ricercati delle nostre terre è sicuramente il tartufo

Uno dei prodotti più pregiati e ricercati delle nostre terre è sicuramente il tartufo, un fungo sotterraneo che riesce a vivere in simbiosi con diverse piante arboree e arbustive; grazie alle micorrize, una fitta rete di filamenti, che riescono ad avvolgere la pianta che ospita il tartufo riuscendo ad acquisire le sostanze nutritive ma senza comportare danni alla stessa. 

Il tartufo rappresenta probabilmente uno dei prodotti più particolari della natura e si caratterizza principalmente per il suo profumo; quest'ultimo non può essere paragonato a quello di altri funghi e dipende da diversi fattori, primo fra tutti il grado di maturazione. Subito dopo abbiamo il sapore e questo mix di elementi contribuisce a determinare il pregio del tartufo.

Una particolare curiosità del tartufo riguarda proprio il suo profumo in quanto è importante non solo per determinare il suo pregio ma anche da un punto di vista naturalistico. Il profumo dei tartufi è in grado infatti di attirare la maggior parte degli animali selvatici come cinghiali, volpi e ricci i quali si cibano dello stesso; le spore contenute nei tartufi passano nell'intestino di questi animali senza problemi e vengono poi espulse nell'ambiente facendo in modo che il tartufo possa continuare a riprodursi.

Per evitare di non gustare in pieno la prelibatezza di questo prodotto, è opportuno non consumarlo quando è troppo freddo; per cui se viene conservato in frigo è meglio tirarlo fuori circa 1 ora prima di mangiarlo; solo in questo modo potrà sprigionare aroma e profumo nel momento in cui sarà tagliato. 

Un ulteriore consiglio riguarda proprio la sua conservazione in frigorifero che non deve avvenire per troppo tempo, per evitare che possa perdere le sue caratteristiche organolettiche; alcuni accorgimenti si possono rivelare utili per mantenerlo più a lungo e conservare la fragranza. Si consiglia infatti di avvolgerlo in carta traspirante e fare in modo poi di riporlo in un contenitore di vetro; inoltre può risultare molto utile anche cambiare quotidianamente la carta in cui è avvolto il tartufo.

Si tratta inoltre di un cibo che può essere considerato dietetico, oltre che afrodisiaco in quanto in 100 grammi di prodotto troviamo appena 2 grammi di grassi, oltre ad un buon contenuto di proteine e fibre. Risulta inoltre particolarmente ricco di acqua.

Negli ultimi anni la vendita di tartufi freschi si è incrementata moltissimo, accanto alle modalità tradizionali di vendita del tartufo fresco, sia bianco che nero, si sono sviluppati dei canali innovativi che permettono di acquistare questo prodotto direttamente online a prezzi anche molto vantaggiosi.


Altri articoli