Questo sito utilizza i cookies per offrirti la migliore esperienza di navigazione sul sito. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetto i cookies No

Cerca nel sito

Invia ad un amico
Livello del fiume Bacchiglione
e previsioni meteo di Vicenza

Il pittore dei sogni: mostra delle opere di Vico Calabrò da domenica 14 marzo

Ritorna la pittura a Montebello Vicentino. Dopo il programma autunnale di Montebello in arte, l’assessorato alla cultura riprende il filone artistico del colore ospitando un grande autore veneto e vicentino di adozione, Vico Calabrò.

Ritorna la pittura a Montebello Vicentino. Dopo il programma autunnale di Montebello in arte, l’assessorato alla cultura riprende il filone artistico del colore ospitando un grande autore veneto e vicentino di adozione, Vico Calabrò. Sarà sempre la Biblioteca civica di piazzale Cenzi ad avere l’onore di ospitare l’esposizione che sarà inaugurata domenica 14 marzo e rimarrà aperta fino a fine mese. “Vico Calabrò è una figura molto importante – commenta l’Assessore alla cultura Rodolfo Peroni - nel panorama dell’arte dei nostri giorni, riuscendo ad esprimere una forte vena poetica attraverso le sue varie abilità artistiche, che abbracciano non solo la pittura su tela, ma anche l’affresco e l’incisione. Proprio per queste sue preziose qualità unite ad una personalità amabile e piacevole da incontrare, ci siamo impegnati da mesi per far sì che Montebello potesse avere l’onore di ospitare un artista di così grande livello offrendo ai cittadini l’occasione di un incontro speciale sul piano artistico e umano”. La genialità di Vico Calabrò consiste nella capacità di unificare spiritualmente valori della testimonianza e dell’invenzione. Perciò i temi dell’artista possono essere ispirati al mondo paesano (specialmente del mitico), che egli rappresenta in scenari e costumi reali e poetici, come da giochi simbolici ove la fantasia evade in creazioni sorridenti o in contemplazioni di magiche irrealtà. Palermitano da parte di padre e cadorino per la madre, in lui abitano i colori caldi del Mediterraneo, il respiro del mare e l’incanto delle montagne, il profumo delle spiagge e il silenzio delle vette, le ombre dei boschi. I racconti cadorini e i miti mediterranei ricorrono nelle opere di Calabrò, che ama raccontare storie, leggende, lavori, usi, tradizioni. Mescola il realismo con la poesia in uno stile che nel corso della sua formazione è diventato sempre più personale. Giudicato dagli esperti uno dei più degni seguaci della pittura a fresco, la sua attività è poliedrica, unendo a cicli di affreschi, serie di litografie, insegnamento della pittura murale e della grafica, illustratore di libri, partecipazione a commissioni di studi e, come esperto di pittura a fresco, nelle scuole d’arte e centri cultura. È autore di dipinti murali in varie località italiane ed estere (Francia, Germania, Giappone, Olanda, Polonia e Brasile). Attualmente è responsabile di tre centri internazionali per lo studio del’affresco: la casa degli affreschi a Facen di Pedavena - Belluno, il laboratorio di affresco di Treglio – Chieti, e il Forum Adi Art di Lodz – Polonia. Nato ad Agordo nel 1938, vive ed opera a Caldogno. La mostra “Vico Calabrò - Il pittore dei sogni” sarà inaugurata con la presenza dell’artista domenica 14 marzo 2010 alle ore 11.00 presso la Biblioteca Civica di Montebello Vicentino a piazzale Cenzi. L’esposizione rimarrà aperta tutti i giorni dalle 16.00 alle 19.00, il mercoledì e la domenica anche dalle 10.30 alle 12.30.

Altri articoli