Questo sito utilizza i cookies per offrirti la migliore esperienza di navigazione sul sito. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetto i cookies No

Cerca nel sito

Invia ad un amico
Livello del fiume Bacchiglione
e previsioni meteo di Vicenza

Comunicato Acque Vicentine e AVS:

La realizzazione di nuovi pozzi è consentita solo in aree non servite da acquedotto

Acque Vicentine e Alto Vicentino Servizi informano i propri cittadini che la Regione del Veneto ha emesso nuove regole in merito alla realizzazione dei pozzi privati per attingere acqua potabile. In seguito alla Deliberazione della Giunta Regionale 383 del 23 febbraio scorso, infatti, sarà possibile costruire un nuovo pozzo per prelevare in modo autonomo la risorsa idrica esclusivamente nelle zone non servite dall’acquedotto. La sua portata massima istantanea, inoltre, non dovrà superare la soglia dei 0,6 litri al secondo.

«Da sempre nel territorio vicentino l’abbondanza d’acqua nel sottosuolo ha reso possibile l’approvvigionamento autonomo - sottolineano i presidenti di Acque Vicentine e Alto Vicentino Servizi, Angelo Guzzo e Walter Formenton - ma in alcune aree molte famiglie utilizzano i pozzi privati anche se potrebbero essere riforniti dalla rete idrica esistente. Quest’abitudine però rende difficile il monitoraggio e la pianificazione del prelievo d’acqua dalle falde e rende quindi necessario regolamentare in modo preciso la realizzazione di eventuali punti di prelievo indipendenti».Da oggi, i cittadini che avranno l’esigenza di costruire un pozzo privato per uso domestico dovranno richiedere al proprio gestore una dichiarazione che attesti l’assenza della rete idrica o l’impossibilità di effettuare l’allacciamento a quest’ultima. Gli utenti di Acque Vicentine potranno richiederla via e-mail all’indirizzo [email protected], mentre quelli di AVS dovranno scrivere a
[email protected]

In alternativa è possibile inviare una lettera o presentarsi agli sportelli. Il documento rilasciato dai gestori dovrà poi essere allegato alla richiesta ufficiale da mandare, almeno trenta giorni prima dell’inizio dei lavori, alla Direzione Distretto Bacino Idrografico Brenta e Bacchiglione di Vicenza.


Per maggiori informazioni: www.acquevicentine.it -
www.altovicentinoservizi.it


Altri articoli